EvArt

EvArt

Home » Eventi

Eventi


26 maggio, Salotto Palatino, presentazione del libro di Annalisa De Stefano

26 maggio, Salotto Palatino, presentazione del libro di Annalisa De Stefano - EvArt

 Flavio De Luca è un giovane scrittore, di successo ma per caso, che ha creato quattro personaggi ai quali non riesce a dare una storia. Quattro personaggi che, però, non sono soltanto figure di carta imprigionate nei suoi taccuini neri. In qualche misura, hanno oramai una vita propria, eppure indissolubilmente legata alla sua. Cosa vogliono dirgli? E cosa vogliono dirgli Federica e Silvia? E Pietro, il vecchio libraio che, quando Flavio era piccolo, gli ha aperto le porte di un mondo pieno di incanto e di suggestioni?

Divertente e profondo, questo romanzo ambientato a Roma è la cronaca di un risveglio, di una riuscita. E’ una commossa e commovente dichiarazione d’amore per la lettura, per la scrittura, per tutti quei libri che ci aiutano a farci le domande giuste. “I libri blu”.

 

NoNamesLab è un progetto di scrittura collettiva che si basa sulla condivisione, sull’ascolto, sull’attenzione, sul rispetto dell’uguaglianza, sull’amore
per la lettura; un luogo in cui i partecipanti, attraverso le lezioni, lo studio,gli esercizi, l’elaborazione delle proprie esperienze, possano trovare il modo
di dar vita a una storia, di scrivere il loro romanzo.

 

Cageless - Teatro Arcobaleno - 4 giugno 2017, ore 18

"Cageless" - 27 febbraio 2017, ore 21 - Teatro Vascello - Roma
Cageless è un disco e un progetto teatrale. Nello spettacolo, i brani musicali si alternano ai monologhi e ai video. E' la storia di una donna che si rende conto di essere in gabbia da sempre. Di esservi stata rinchiusa fin da bambina da una famiglia di fatto assente, da una scuola che non insegna, da una religione che incatena e discrimina, dall’esaltazione del successo – e non della crescita – personale e, nel tempo, dalla sua stessa paura, che ha avuto origine dal non essersi sentita né accolta né compresa. Cageless è la storia del suo percorso, dalla rabbia al coraggio di interrogarsi fino in fondo e smettere di seguire sentieri tracciati da altri. E della sua uscita da una “gabbia” che, in qualche misura, potrebbe imprigionare molti di noi.